Centro eccellenza aritmologico

Centro aritmologico di eccellenza

Il centro aritmologico di eccellenza

Cosa definisce un centro aritmologico di eccellenza? Molti dei miei pazienti mi chiedono come facciamo nel nostro dipartimento a raggiungere l’eccellenza. Sicuramente i tre punti cardini che fortemente credo debbano essere alla base di un centro aritmologico di eccellenza:  1) innovazione 2) ricerca scientifica 3) educazione continua 4) tutte le procedure di elettrofisiologia sono assicurate (e non solo alcune). 

Molti dei pazienti ignorano che la professione medica richiede un continuo approfondimento, studio e questo si ottiene sia con i congressi internazionali che con lo studio sulle riviste scientifiche. Far parte di un circuito internazionale e delle società internazionali di aritmologia sicuramente conferisce al centro aritmologico l’eccellenza che si viene richiesta.

Centro eccellenza aritmologico

Alcuni  centri di aritmologia Italiani sono riconosciuti a livello internazionale: San Raffaele, Monzino, Ospedale Niguarda, Policlinico San Donato per dirne alcuni su Milano. Ma ci sono centri anche a Roma come il Policlinico Gemelli e FBF

L’avanguardia è data dal fatto che questi centri spendono in ricerca, in formazione del personale e nelle strumentazioni migliori.

Nel nostro ospedale, ad esempio, ogni medico è responsabile di un modulo (esempio ablazioni di fibrillazione atriale o impianto ed estrazione di device): per questo riceve ogni anno la possibilità di fare corsi di formazione all’estero. La miglior strumentazione è sempre garantita sulla base di quello che le linee guida internazionali suggeriscono. 

L’equipe è dunque tutta formata e istruita per raggiungere l’eccellenza per quel tipo di procedura interventistica: non solo i medici,ma anche infermieri e tecnici lavorano insieme per il miglior risultato!

Esistono certificazioni per definire il centro aritmologico di eccellenza ?

Al giorno d’oggi non esistono certificazioni per definire un centro di eccellenza. Ma molti medici che hanno deciso di investire sull’educazione hanno fatto test per ottenere una certificazione dell’EHRA che sarebbe la società europea di aritmologia. Basta controllare questa lista per vedere chi è certificato dall’ EHRA. Questi medici sono aritmologi elettrofisiologi che hanno dovuto sostenere dei corsi avanzati e hanno fatto degli esami per controllare il loro livello di preparazione. Quando due medici che lavorano nella stessa equipe hanno questa certificazione EHRA si può ottenere il prestigioso riconoscimento EHRA RTC (recognized training center) ossia un centro riconosciuto a livello europeo per il training di nuovi fellows.

Il nostro centro di aritmologia

Circa 1500 procedure di elettrofisiologie ogni anno vengono svolte presso il nostro diparitmento: dall’estrazione di cateteri e device infetti fino alle ablazioni piu complesse. Impianti degli ultimi device (PM) leadless, cosi come defibrillatore extravascolari (sotto lo sterno). Le ablazioni complesse di aritmie ventricolari vengono garantite in supporto di circolo (ECMO) per quei pazienti che ne hanno estremo bisogno. Ogni anno partecipiamo alle conferenze non solo nazionali ma anche internazionali di aritmologia contribuendo con la nostra attività scientifica di ricerca sulle aritmie cardiache.

In conclusione

Un centro di aritmologia di eccellenza è una struttura medica specializzata che si concentra sulla diagnosi e il trattamento di disturbi cardiaci e ritmi cardiaci anomali attraverso l’elettrofisiologia cardiaca. Per definirlo come “di eccellenza”, il centro deve soddisfare alcune caratteristiche specifiche:

  1. Esperti di alto livello: Deve essere guidato da un team di esperti altamente qualificati e specializzati nel campo dell’elettrofisiologia cardiaca, compresi elettrofisiologi, cardiologi e personale infermieristico specializzato.

  2. Tecnologia avanzata: Il centro deve essere dotato di tecnologia medica avanzata, compresi apparecchiature di mappatura cardiaca, strumentazione per ablazioni e dispositivi di stimolazione cardiaca.

  3. Ricerca e innovazione: Deve essere coinvolto attivamente nella ricerca e nello sviluppo di nuovi approcci di diagnosi e trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco. La partecipazione a studi clinici e la pubblicazione di ricerche sono spesso indicatori di eccellenza.

  4. Esperienza clinica: Deve avere una vasta esperienza nel trattamento di pazienti con una vasta gamma di disturbi del ritmo cardiaco, compresi casi complessi e rari.

  5. Outcome di successo: Dovrebbe dimostrare un track record di successo nei risultati dei trattamenti, ad esempio, una riduzione significativa dei sintomi o una migliore qualità della vita per i pazienti.

  6. Programmi educativi: Potrebbe offrire programmi educativi per medici in formazione e professionisti sanitari per contribuire a diffondere le conoscenze nell’ambito dell’elettrofisiologia cardiaca.

  7. Assistenza multidisciplinare: Può collaborare con altre specialità mediche, come la cardiologia generale, la cardiochirurgia o la radiologia, per fornire una cura completa e personalizzata ai pazienti.

  8. Attrezzature e strutture di alta qualità: La struttura dovrebbe essere ben attrezzata e mantenuta, offrendo un ambiente sicuro e confortevole per i pazienti.

  9. Soddisfazione del paziente: Dovrebbe ricevere feedback positivi dai pazienti in termini di cura, comunicazione e risultati.

In sintesi, un “centro di elettrofisiologia di eccellenza” è una struttura medica altamente specializzata e di alta qualità che si dedica alla diagnosi e al trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco, fornendo ai pazienti cure avanzate e personalizzate con un focus sull’esperienza del paziente e sull’innovazione medicc

Centro aritmologico eccellenza tachicardia ventricolare